Ricerca
comunità e distretti

 

Aggiornato: Piano di protezione Corona della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera

 

 

In seguito all'ampio allentamento delle misure Corona della Confederazione, il piano di protezione può essere notevolmente semplificato. È un grande passo verso la normalità. Il piano di protezione aggiornato (a partire dal 17 febbraio 2022) continua a essere vincolante per tutte le comunità neo-apostoliche in Svizzera.

A partire da subito, valgono le seguenti regole:

  • I servizi divini possono di nuovo essere frequentati da tutti, fratelli, sorelle e ospiti, senza limitazioni. Tutte le restrizioni, come il requisito di un certificato o il numero massimo di partecipanti (regola dei 50 partecipanti), sono state abrogate.
  • Tutti i posti in chiesa possono essere utilizzati senza limitazioni.
  • Ai fedeli deve sempre ancora essere offerta la possibilità di disinfettarsi le mani all'ingresso della chiesa.
  • L'obbligo di indossare la mascherina nel servizio divino e nelle riunioni è abolito. I singoli fratelli e sorelle sono liberi di indossare una mascherina protettiva su base volontaria.
  • Gli atti sacramentali e le benedizioni si eseguono di nuovo come prima della pandemia. Però, i ministri incaricati della somministrazione della Santa Cena o di altri atti devono sempre ancora disinfettarsi le mani. La distribuzione delle ostie o lo svolgimento degli atti avviene senza mascherina di protezione.
  • Non ci sono restrizioni nella pratica delle attività musicali, sia nelle prove che nelle esibizioni. La musica può di nuovo essere suonata e cantata senza mascherina (questo vale anche per il canto della comunità).
  • Il commiato dai fratelli e dalle sorelle si svolge di nuovo come al solito, davanti all'altare. I fratelli e le sorelle sono quindi liberi di lasciare la sala della chiesa accomiatandosi o no. Sono possibili differenze dovute a circostanze locali. Il commiato può avvenire di nuovo con una stretta di mano, rispettando tuttavia i desideri dei singoli fratelli e sorelle.
  • Le riunioni e gli eventi di comunione sono da riattivare. Bisogna rispettare se singoli fratelli e sorelle sono ancora un po' restii a parteciparvi.
  • I responsabili dei distretti e delle comunità sono esortati ad astenersi da qualsiasi propria regola restrittiva propria.
  • Le misure visibili nei locali della chiesa, come nastri di blocco, chiusura dei banchi, uso limitato dei servizi igienici o sistemazione diversa dei banchi, devono essere revocati. Vogliamo tornare alla normalità nelle nostre chiese. Questo vale anche per l'uso di mezzi tecnici nel servizio divino, che qua e là è stato adottato forzatamente durante la pandemia.

Queste disposizioni sono vincolanti per le comunità in Svizzera e rimangono in vigore fino a un adattamento o la revoca da parte della direzione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera. Va notato che i Cantoni possono emanare regolamenti più severi rispetto alla Confederazione. Le prescrizioni delle autorità sono da osservare assolutamente.

L'intero concetto di protezione può essere trovato qui: