Ricerca
comunità e distretti

 

Piano della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera per la protezione dal coronavirus

 

 

Da domenica, 14 giugno 2020, i servizi divini si svolgono nuovamente nei luoghi di riunione delle comunità. Visitare i servizi divini, nonostante le necessarie limitazioni deve essere un'esperienza gioiosa e rafforzante per tutti i fratelli e sorelle di fede. Il piano di protezione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera permette lo svolgimento di servizi divini nelle comunità e tiene conto sia del desiderio di vivere insieme dei servizi divini sia delle prescrizioni dell'Ufficio federale della sanità pubblica.

Il piano di protezione stabilisce le norme vincolanti per le comunità ecclesiastiche neo-apostoliche in Svizzera. Il 22 giugno 2020 il Consiglio federale ha comunicato ulteriori passi per un allentamento delle misure di protezione dal coronavirus (COVID-19) in Svizzera.

Le regole più importanti contenute nel piano di protezione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera (valido dal 22 giugno 2020) sono:

  • Per principio i servizi divini avvengono nella propria comunità, di domenica e di mercoledì rispettivamente giovedì. Sia all'interno sia all'esterno della chiesa si devono rispettare le regole di distanziamento.
  • Il numero di visitatori del servizio divino è limitato. Ai posti a sedere, per i presenti vale una distanza minima di 1.50 metri (da testa a testa). Persone appartenenti a una stessa economia domestica (per es. famiglie, coppie) possono sedersi più vicine.
  • I fratelli e le sorelle sono pregati di rispettare le disposizioni dei portinai / delle portinaie riguardo ai posti a sedere.
  • Se in una comunità non sono a disposizione abbastanza posti a sedere, si raccomanda di svolgere due servizi divini domenicali o, a scelta, la partecipazione al servizio divino domenicale o infrasettimanale.
  • Si dovrà rinunciare a visite spontanee in altre comunità, anche nelle vacanze. I fratelli e le sorelle in vacanza sono pregati di fare uso dell'offerta IPTV.  
  • Fratelli o sorelle che sono malati, o si sentono tali, sono tenuti a non partecipare al servizio divino. In tal caso si raccomanda loro di assistere al servizio divino tramite IPTV o di ascoltare il servizio divino della comunità per telefono.
  • Fratelli e sorelle facenti parte del gruppo a rischio, definito dalla Confederazione, sono esortati a rispettare le raccomandazioni della Confederazione attualmente valevoli. Questo concerne soprattutto fratelli e sorelle con gravi malattie preesistenti.
  • Fratelli e sorelle di tutte le età hanno il desiderio di vivere dei servizi divini. È comprensibile che soprattutto anche quelli più anziani hanno una grande nostalgia di assistere al servizio divino. La partecipazione al servizio divino è basata sulla propria responsabilità. È importante che tutti i partecipanti si attengano alle regole di igiene e distanziamento.
  • Visitatori che si presentano all'entrata della chiesa con forte tosse o forte raffreddore, dai portinai / dalle portinaie possono essere invitati gentilmente a non partecipare al servizio divino. La protezione degli altri visitatori del servizio divino ha la priorità.
  • Presso l'entrata della chiesa tutti i visitatori del servizio divino si puliscono le mani con un disinfettante adatto. I portinai / le portinaie che stanno presso l'entrata vi richiamano l'attenzione.
  • Per i partecipanti al servizio divino l'uso delle mascherine protettive è facoltativo. In caso di bisogno loro stessi le portano con sé. In chiesa ci sono mascherine per casi d'emergenza.
  • Nella prima, auspicabilmente breve fase dopo il ripristino dei servizi divini, oltre al suono dell'organo o del pianoforte, è possibile altra musica strumentale. Per il momento bisogna rinunciare all'impiego di strumenti a fiato e al canto della comunità e del coro. Canticchiare la melodia degli inni della comunità a bocca chiusa è permesso. Nella seconda fase, di cui la direzione della Chiesa dovrà ancora definire la scadenza, saranno di nuovo permessi la musica strumentale, il canto del coro e il canto della comunità.
  • La distribuzione della Santa Cena ai fratelli e alle sorelle avviene possibilmente al posto dove siedono i visitatori del servizio divino. Se occorre la circolazione per ricevere la Santa Cena, si deve mantenere una distanza minima di 1.50 metri.
  • Le persone incaricate a distribuire la Santa Cena si disinfetteranno le mani e durante la distribuzione porteranno una mascherina di protezione.
  • Tutti gli atti sacramentali e di benedizione, come pure altri atti, sono permessi nel rispetto delle direttive. Si raccomanda tuttavia di posticipare atti non urgenti a una data successiva, cioè dopo la fine della pandemia. Il ministro officiante e i fratelli e le sorelle riceventi possono pretendere l'uso di una mascherina di protezione.
  • Dopo il servizio divino si devono abbandonare la sala e l'edificio di culto in modo ordinato e rispettando le regole di distanziamento. Nel prendere commiato si evitino strette di mano e abbracci.
  • Dopo il servizio divino le più importanti parti che si toccano, come per es. le maniglie, vengono pulite e disinfettate.
  • Feste della comunità, caffè in chiesa, raduni dei seniori e altri avvenimenti di comunione, come pure riunioni dei ministri, colloqui necessari, circoli di conversazione e serate per la gioventù, possono ricominciare con cautela e rispettando le regole di distanziamento e igiene ed eventuali altre disposizioni federali.
  • Colloqui pastorali possono nuovamente avvenire, nel rispetto delle regole di igiene e distanziamento e nell'intesa reciproca. Le direttive di ospedali, ricoveri per anziani e case di cura sono da osservare. Lo stesso vale per il servizio a casa per la celebrazione della Santa Cena.
  • Oltre ai servizi divini nelle comunità, ogni domenica alle ore 09.30 la Chiesa Neo-Apostolica Svizzera offre un servizio divino tramite IPTV, in tedesco, francese e italiano. Fino a nuovo avviso i link e le parole chiave pubblicati rimangono invariati.

Per i distretti e le comunità in Svizzera queste regole sono vincolanti e valgono fino a un loro adattamento o fino alla revoca da parte della direzione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera. Eventuali disposizioni supplementari, federali, cantonali o comunali, sono pure da osservare.

Il piano di protezione completo si trova qui.