Ricerca
comunità e distretti

Nessuna restrizione supplementare per i servizi divini

13.12.2020

Il Consiglio Federale, nella sua conferenza stampa di venerdì 18 dicembre 2020, ha informato su misure supplementari per circoscrivere la pandemia in Svizzera. È piacevole sapere che il permesso decretato settimana scorsa per eventi religiosi mantiene la sua validità.
 
/api/media/509705/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=b78966c6f3cb36e30255fac2fe708bec%3A1706749845%3A2636551&width=1500
 

L'ordinanza per misure nella situazione particolare nella lotta contro la pandemia Covid-19 e le sue spiegazioni (stato il 18 dicembre 2020) stabilisce le singole direttive. Essa permette pure l'esecuzione di eventi religiosi di Chiese e altre istituzioni religiose senza limitazioni degli orari d'apertura.

In tutta la Svizzera il numero di partecipanti rimane limitato a 50 fedeli più gli operanti. In molte comunità neo-apostoliche è possibile dunque celebrare i servizi divini anche nei prossimi giorni festivi. In alcuni cantoni valgono ancora direttive supplementari che devono essere rispettate.

L'apostolo di distretto Jürg Zbinden prega i responsabili locali delle comunità di rispettare in modo esemplare le direttive di distanza e igiene nei locali delle chiese, dentro come fuori. Egli rammenta il concetto di protezione della Chiesa Neo-Apostolica del 29 ottobre 2020, il quale è sempre valido.

Le misure aggravate della Confederazione entrano in vigore al 22 dicembre 2020 e restano valide fino al 22 gennaio 2011. Se le cifre si sviluppano negativamente, il Consiglio Federale si riserva la decisione di misure supplementari.