Ricerca
comunità e distretti

Una svolta per i cristiani neo-apostolici in Svizzera

16.02.2022

È un giorno di gioia e allo stesso tempo una svolta in un periodo difficile. Sono passati quasi due anni dall'entrata in vigore delle misure per contenere la pandemia del coronavirus. E oggi, mercoledì 16 febbraio 2022, il Consiglio federale mette fine alla maggior parte delle misure Corona.
 
/api/media/522113/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=4d42895b36f79a5c41405cb4c28834dd%3A1696661564%3A21370&width=1500
 

Il numero di nuove infezioni è in calo, la situazione negli ospedali si è alleggerita e, nella fase precedente, la maggioranza dei Cantoni si è espressa a favore di una revoca immediata di quasi tutte le misure. Ci sono dunque le condizioni per fare il grande passo.

Ritorno alla normalità
Lo sviluppo della pandemia ha richiesto continui adeguamenti delle misure. Misure che fino a oggi hanno avuto un effetto drastico sui servizi divini e sulla vita delle comunità dei cristiani neo-apostolici. Oggi, con la decisione delle autorità, inizia il ritorno alla normalità.

La svolta della pandemia ha avuto un impatto del tutto positivo sul piano di protezione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera. Notevolmente semplificato, esso rimane in vigore e continua a essere vincolante per tutte le comunità neo-apostoliche in Svizzera. Ulteriori dettagli possono essere trovati qui