Ricerca
comunità e distretti

La grande consolazione aldilà di ogni annullamento

La pandemia del coronavirus sconvolge numerosi appuntamenti. Un avvenimento, tuttavia, non è stato annullato, un incontro non è stato rimandato. Quale? Il sommoapostolo ne parla durante l’ultimo servizio divino in trasmissione per l’Africa orientale.

 
/api/media/513099/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=78e13b7cc704e73793e957ada888ed0c%3A1666457724%3A2896882&width=1500
 

Sommoapostolo Jean-Luc Schneider, 16 agosto 2020, Strasburgo (Francia)

Numerose attività sono state annullate all’interno della Chiesa nei mesi trascorsi, molti avvenimenti sono stati rimandati e so che ciò rattrista la maggior parte dei figli di Dio.

Tuttavia, miei cari fratelli e sorelle, abbiamo una grande consolazione: la Prima Risurrezione non è stata annullata e il ritorno di Cristo non è rimandato! Questa è la nostra consolazione.

Infatti, non c’è nessuna ragione di interrompere la nostra preparazione in vista del ritorno di Cristo. Continuiamo semplicemente a prepararci, rafforzando la nostra comunione con Dio e la nostra relazione con i nostri fratelli e sorelle.

Siamo coscienti che il maligno non ha mai interrotto la sua attività.  Continua e fa l’impossibile per compromettere la nostra fiducia in Dio, per isolarci dalla comunità e per perdere la nostra comunione con il nostro Padre Celeste.

Continuiamo a preparare le nostre anime in vista del ritorno di Cristo. Siamo vigilanti perché il diavolo, il maligno o qualunque sia il nome che vogliate dargli, vuole allontanarci da Dio.

Resistiamo a questa tentazione.

 

Fotografie: nac.today
Autore: Andreas Rother, Kevin Glor-Ockert
Data: 19.09.2020
Categorie: Fede