Ricerca
comunità e distretti

Servizio divino per tutti

14.09.2021

È una cosa ben chiara e distinta. La direzione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera vuole che, a partire dal 13 settembre 2021, il più possibile dei fratelli e delle sorelle possano partecipare in comunione ai servizi divini e alla vita della comunità. Allo stesso tempo si impegna a rispettare le misure di protezione vigenti.
 
/api/media/517507/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=ea79fa9c83ef85595d2b318dc4bd4efc%3A1666458001%3A437628&width=1500
 

La decisione del Consiglio Federale dell'8 settembre 2021 di introdurre l'obbligo del certificato Covid per tutti gli eventi religiosi con più di 50 persone, ha nuovamente effetti sulla vita della Chiesa nelle comunità.

La direzione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera ha deciso le regole seguenti:

Eventi religiosi senza obbligo di certificato
Servizi divini, nozze, funerali e raccoglimenti che hanno luogo all'interno in locali con al massimo 50 persone, compresi i collaboratori, possono essere effettuati come finora, sempre rispettando il concetto di protezione della Chiesa Neo-Apostolica (riempimento al mass. 2/3, obbligo della mascherina, ecc). nuovo: bisogna registrare i dati dei partecipanti. Non è previsto un uso volontario dell'obbligo del certificato.

Eventi religiosi con obbligo di certificato
Se si trovano più di 50 persone in servizi divini, nozze, funerali e raccoglimenti che hanno luogo all'interno in locali, vale l'obbligo del certificato Covid (dai 16 anni). La verifica si effettua per mezzo del "covid-check"-App messo a disposizione dalla Confederazione. Non è però possibile definire se il certificato è stato ottenuto con una vaccinazione, guarigione o test. Per legge, purtroppo sarà negata l'entrata ai partecipanti che non possono mostrare un certificato Covid valido.
La capacità della chiesa può essere usata (nessuna limitazione del numero di partecipanti). Il porto della mascherina è volontario. I cori e l'orchestra possono esercitarsi senza distanze e misure di protezione. La disinfezione delle mani dei visitatori all'entrata, come pure per i ministri durante la Santa Cena e altre atti, è da eseguire.

Oltre ai servizi divini con certificati, grandi comunità possono offrire, a seconda delle possibilità e necessità, un servizio divino separato fino al massimo 50 persone (senza obbligo del certificato). Questo rende possibile visitatori di servizi divini e ministri non vaccinati di ritrovarsi in una cerchia più piccola.

L'obbligo del certificato fino al massimo 30 persone non c'è per le prove del coro e orchestre, come pure per colloqui, insegnamenti e altre riunioni. Il controllo del certificato è però obbligatorio, indipendentemente dal numero di partecipanti,  nel caso di distribuzione di cibi e bevande in locali (es. ritrovo dei seniori, pause caffé in chiesa, serate della gioventù con sussistenza, seminari con sussistenza e ritrovi del genere).

La visita di servizi divini in altre comunità, per es. in regioni di vacanza, è da chiarire in precedenza.

Le comunità stabiliscono le regole secondo le particolarità del luogo e dei bisogni con moderazione e informano adeguatamente i fratelli e le sorelle di fede.

Il concetto di protezione (stato 26 giugno 2021) in linea di massima resta valido. Queste regolazioni e le misure attuali sono obbligatorie per le comunità in Svizzera e valgono fino a possibili cambiamenti o revoca da parte della direzione della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera.