Ricerca
comunità e distretti

Perché siamo insieme

I cristiani, i figli di Dio sono un fan club oppure una comunità di interessi? Sono molto più di questo, risponde il sommoapostolo.

 
/api/media/513265/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=64b7a63d12e081d880cb9d9a9372e87d%3A1666485414%3A1258928&width=1500
 

Il sommoapostolo Jean-Luc Schneider, Kempten (Germania), 2 agosto 2020

I discepoli non erano un club di amici che si sono riuniti, perché si apprezzavano e perché andavano d’accordo. No! Non andavano per niente d’accordo, in parte. Ma lui li ha chiamati, e amavano tutti il Signore Gesù. E ha detto loro: “Rimanete nel mio amore!”

È la stessa cosa per noi.

Guardando la comunità bisogna riconoscere: “Umanamente parlando, non vanno per niente d’accordo.” Guardando la Chiesa a livello mondiale, bisogna riconoscere: “Ebbene, non vanno veramente d’accordo.” Tuttavia, siamo insieme perché Gesù ci ha chiamati. E noi ci siamo riuniti perché amiamo tutti Gesù. È il fondamento della nostra comunione. E chiunque costruisce su questo fondamento rimane nella comunione, anche nei momenti molto difficili.

 

Fotografie: nac.today
Autore: Andreas Rother
Data: 17.10.2020
Categorie: Fede