Ricerca
comunità e distretti

Con poche parole

29.05.2021

"Divulgare buone notizie", questo è stato il tema del seminario della Chiesa Neo-Apostolica. 45 Redattori e responsabili della comunicazione dell'Austria e della Svizzera si sono riuniti online sabato 29 maggio 2021. Questo motto ha avuto due significati.
 
/api/media/514717/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=31f02a3c24c7c96e4ebb5a7ffbf8c2da%3A1664296869%3A3205189&width=1500
/api/media/514718/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=c0baa0574891943535a759e3d4e43a45%3A1664296869%3A4052877&width=1500
/api/media/514719/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=927b3e553fb72ff0b4909b6a67657bef%3A1664296869%3A6761492&width=1500
 

La buona notizia: si tratta dapprima del Vangelo, al quale si svolge il lavoro dei redattori, dei lettori e dei traduttori per i siti Web delle comunità e dei distretti. Il vescovo Reto Keller, quale guida dell'amministrazione della Chiesa regionale, l'ha ben precisato. Il suo impulso spirituale si è basato sulla parola biblica in 1. Giovanni 1, 1-3: "Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della parola della vita ... noi lo annunciamo anche a voi, perchè voi siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il figlio suo Gesù Cristo."

La buona notizia: questo è pure il resoconto informativo ed interessante di eventi dalle comunità. Andreas Rother, redattore di nac.today, il portale informativo della Chiesa Neo-Apostolica Internazionale, ha dato impulsi tecnici. Tutto è riassunto in un sistema su come strutturare e formulare i testi giornalistici in modo facile.

I referenti della comunicazione della Chiesa regionale, Milena Ashlee e Andreas Grossglauser, dal canto loro, hanno dato indicazioni sul lettorato e suggerimenti sull'utilizzazione del sistema di redazione. Andreas ha organizzato il seminario e ha moderato il suo svolgimento. Il luogo di lavoro non era come di consueto nei locali dell'amministrazione, ma è stata effettuata una videoconferenza, ciò a causa della pandemia.

Non solo ci sono stati inputs per i partecipanti, ma anche tempo e possibilità per annunciarsi e discutere su soluzioni di formulazioni pratiche e su domande basilari.
Alla fine, i partecipanti hanno apprezzato l'evento, il quale ha messo in evidenza, con poche parole, gli aspetti del lavoro svolto a titolo volontario.