Ricerca
comunità e distretti

La comunità di Chiasso si unisce a quella di Lugano.

01.03.2020

Il vescovo ha sconsacrato i locali di culto della comunità di confine.
 
/api/media/503969/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=5e2f1c209c368eabb7adbac5c54c35ce%3A1666477455%3A7965290&width=1500
/api/media/503970/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=bf9c82cd12f09e05cbad54f7d4a30ba8%3A1666477455%3A3274147&width=1500
 

Ultimo incontro domenica 1 marzo 2020 per la piccola comunità di Chiasso, che viene ora definitivamente chiusa. Il vescovo Ivan De Lazzari ha celebrato il servizio divino a favore dei defunti davanti ad una nutrita schiera di fedeli proveniente anche dalle comunità vicine, con la parola in Salmi 145, 18-19: "Il SIGNORE è vicino a tutti quelli che lo invocano, a tutti quelli che lo invocano in verità. Egli adempie il desiderio di quelli che lo temono, ode il loro grido e li salva".

Nella predica è emerso il carattere “straordinario” di questa domenica che vedeva la chiusura di un locale di culto e contemporaneamente l’apertura alla Grazia divina per le anime.

Hanno servito all'altare anche il conducente della comunità e l’evangelista di distretto.

Alla fine del servizio divino, il vescovo ha proceduto alla sconsacrazione del locale che dal 1999 presso il Centro Polus a Balerna accoglieva i fedeli della comunità di Chiasso, fondata nel 1985.