Ricerca
comunità e distretti

La Chiesa Neo-Apostolica Svizzera diventa membro della CLCC Svizzera

15.06.2022

In occasione della riunione plenaria della comunità di lavoro delle Chiese cristiane del 15 giugno 2022, i delegati hanno accolto unanimamente la Chiesa Neo-Apostolica quale membro. Essi hanno seguito la raccomandazione del presidio (esecutivo) della CLCC CH. L'ammissione come membro era l'ultimo passo del processo d'avvicinamento iniziato 20 anni fa.
 
/api/media/525370/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=0f01f9b27ef13b91a433e3dd84817c58%3A1696660756%3A1564994&width=1500
/api/media/525371/process?crop=fixwidth&filetype=jpg&height=1500&token=f10e7e8b6a8b0d04c71286046d09606c%3A1696660756%3A8919191&width=1500
 

I rappresentanti della Chiesa Neo-Apostolica Svizzera (CNA) hanno appreso con molta gioia l'ammissione quale membro nella comunità di lavoro delle Chiese cristiane (CLCC CH). Già nel 2014, la CNA era attiva nella riunione plenaria della comunità di lavoro della Chiese cristiane con lo statuto di ospite*. In questo periodo, i contatti con le altre Chiese membro si sono intensificate. L'essere membro è un passo molto importante per il lavoro in comune ulteriore nell'ecumenismo con le altre Chiese cristiane Svizzere, con effetti di segnalazione anche in Austria e Germania.

Tra il 2002 e il 2007, i rappresentanti della Chiesa Neo-Apostolica e della CLCC.CH hanno discusso su domande teologiche e della fede. Oltre a ciò, nel 2007 è stata fondata una commissione di colloquio ordinaria CLCC.CH-CNA Svizzera, per poter continuare il dialogo alla pari.La commissione di colloquio ha elaborato nel 2019 un resoconto e ha constato già allora che niente ostacolava la piena appartenenza della Chiesa Neo-Apostolica nella CLCC.CH.

L'apertura all'ecumenismo della Chiesa Neo-Apostolica è stata sostenuta vivamente dalla pubblicazione del catechismo nel dicembre 2012. La comprensione della Chiesa descritta rende chiaro come la Chiesa Neo-Apostolica si impegna nella dichiarazione della fede della vecchia Chiesa, in particolare nell'Apostolicum e la dichiarazione di fede di Nicea-Costantinopoli. Negli ultimi anni, la Chiesa si è avvicinata ad diversi consigli ecumenici di altri paesi (p es. Austria e Germania). Localmente, la Chiesa Neo-Apostolica è rappresentata in più cosigli ecumenici e lavora attivamente con altre Chiese.

Nel 2016, la Chiesa Neo-Apostolica Svizzera ha inoltrato la proposta d'ampliamento del riconoscimento del battesimo al propio battesimo. La proposta è stata accettata: l'8 luglio 2021, l'apostolo di distretto Jürg Zbinden ha firmato a Berna la dichiarazione di Riva San Vitale del 2014 riguardante il riconoscimento reciproco del battesimo con già sei firme primarie (la conferenza vescovile Svizzera, la Chiesa Evangelica riformata Svizzera, la Chiesa evangelica metodistica in Svizzera, la Chiesa cattolica cristiana Svizzera, la Chiesa anglicana in Svizzera e l'alleanza delle Chiese evangelico-luteriane in Svizzera e nel principato del LIechtenstein).

 

* Lo statuto di ospite è stato cancellato all'occasione dell'ultima revisione degli statuti della CLCC.CH (2021). Nuovo: la CLCC.CH ha solo membri e osservatori.